SONO ANCHE SU PATREON

Sul mio Patreon LEGGI i miei racconti erotici autobiografici a puntate, GUARDI le mie foto senza (troppa) censura, ASCOLTI i racconti letti dalla mia voce e tanti altri contenuti.

La paladina della sessualità consapevole, positiva ed inclusiva, per liberarci tutt* dai tabù e dagli stereotipi.

spa naturista scambista

SEX REPORT: la mia prima volta in una Spa naturista e scambista

Ti porto con me in una Spa naturista e scambista in provincia di Milano. La mia esperienza alla Maison de L’amour.

Prima di raccontarti la mia esperienza alla Spa scambista e naturista di Gessate, devo essere molto onesta e dirti due cose:

1 non amo le Spa in generale (lo so ti sembrerò matta, ma sono luoghi che mi annoiano molto);

2 non amo lo scambismo, non perché lo trovi sbagliato come modo di vivere la sessualità, ma semplicemente troppo lontano dalla mia visione del sesso.

Detto questo, ti prometto che sarò estremamente oggettiva nella mia “recensione” della Spa naturista e scambista di Gessate.

Credo che nella valutazione di una Spa di questo tipo, oltre ai giudizi su pulizia, servizi, prezzo ecc vada fatta anche una valutazione sul genere di persone che frequentano il posto.

Alla Maison de l’Amour ho trovato un ambiente decisamente pulito, personale attento e cortese, prezzo giusto e adeguato alla struttura.

Il costo di ingresso per una coppia (sono accettate solo coppie etero) è di 60 euro totali (più 25 euro di tesseramento obbligatorio a testa), mentre il prezzo per il singolo è di 160 euro.

I prezzi che sto elencando sono indicativi, perché spesso, a parte la quota associativa che è fissa, variano in base alla giornata e all’evento specifico. 

Quindi ti consiglio, quando scegli di andare, di mandare una mail alla struttura e chiedere info prezzi per la data specifica di tuo interesse.

spa naturista scambista

In ogni caso la prenotazione non è necessaria e si accede alla Spa e alla zona Privè liberamente durante tutte le fasce orarie di apertura della struttura.

Se scegli di andare per la prima volta alla Maison de l’Amour ti verrà rilasciata la tessera associativa previa esibizione di un documento d’identità. La tessera è valida un anno a partire dalla data del rilascio e funziona solo in quella Spa scambista. 

Ok Tei, ma cosa è incluso nel prezzo della Spa naturista e scambista?

Nella quota di frequenza che pagherai è incluso l’utilizzo del privè (come detto sopra) e del centro benessere (vasche idromassaggio dolci e salate, sauna, bagno turco e docce emozionali con cascata di ghiaccio), zona buffet con bevande analcoliche (the, tisane e acqua…) presente durante tutto l’arco della giornata e servizio teli e ciabatte. 

Durante il pranzo e la cena il buffet viene ulteriormente arricchito con piatti sia freddi che caldi, antipasti, primi e secondi. 

Una volta pagato si può soggiornare al Club tutto il tempo che si desidera. 

Cosa scontata, ma forse non per tutt*, essendo una Spa naturista è vietato l’utilizzo del costume, pertanto si indossano i teli e le ciabattine, non è assolutamente richiesto un dress code, in quanto una volta che si accede al Club si viene accompagnati allo spogliatoio dove ci sono armadietti con chiavi per riporre gli effetti personali e i telefoni cellulari (il loro utilizzo all’interno della Spa è severamente vietato).

Ok Tei, ma quindi c’era gente che scopava in sauna o no?? 

spa naturista scambista

Assolutamente no.

Mi dispiace infrangere i tuoi sogni erotici decisamente influenzati da una cultura del porno specifica, ma nelle Spa naturiste è vietato qualsiasi tipo di atto sessuale.

Non disperare però, non sto dicendo che non si scopa… sto solo dicendo che non lo si fa nella zona della Spa, bensì nell’area del Privè (in questo caso al piano superiore della struttura).

Come accedere alla zona Privè e quali sono le regole

La Maison de l’Amour ha un piano terra dove appunto puoi trovare la reception, gli spogliatoi con gli armadietti, la zona Spa con le varie vasche, il Bar con il buffet compreso nel prezzo e l’area fumatori.

Dal corridoio centrale, salendo due rampe di scale puoi invece accedere alla zona Privè che altro non è che un’area dove puoi trovare varie stanze più o meno esposte con al loro interno spaziosi letti totalmente puliti e igienizzati e coperti da lenzuola bianche.

Nella zona Privè si può accedere in totale nudità o con i teli in dotazione; gli unici posti della struttura dove bisogna obbligatoriamente indossare il telo sono la zona bar/buffet e la reception.

Le regole sono quelle base della buona educazione e del consenso. In questa area è possibile fare sesso con il tuo/la tua partner, con il partner di qualcun’altr* o anche con dei singoli.

Si può fare sesso in due, tre, quattro, cinque persone insieme o tutte quelle che vuoi. L’importante è ovviamente il rispetto del consenso e del sesso sicuro.

spa naturista scambista

Si Tei, ma che gente c’è? Che atmosfera si respira alla Spa?

Penso che il tipo di persone che puoi trovare alla Maison de l’Amour dipenda sempre molto dal giorno in cui vai.

Io sono stata di sabato pomeriggio nella fascia oraria 16-19 e c’era una bella affluenza, anche se quando sono andata via iniziava ad arrivare ancora più gente.

In ogni caso il pomeriggio mi è sembrato ben frequentato, le coppie avevano età varie e ce ne erano anche di giovanissime (attorno ai trent’anni).

La presenza di singoli non mi è sembrata esagerata, ma come dicevo bisogna poi vedere cosa succede la sera, dove immagino che il Privè sia molto più frequentato.

L’atmosfera nell’area della vasche è rilassata come in qualsiasi altra Spa, sicuramente però ci si sente osservati quasi come si stesse scegliendo il pezzo giusto al mercato della carne.

E attenzione, la mia non è una critica, ma un’osservazione oggettiva.

D’altronde nel mondo scambista la selezione delle persone con cui approcciare viene generalmente fatta basandosi sull’aspetto fisico e spesso, nel caso maschile, anche sull’aspetto e dimensione dei genitali, soprattutto quando si tratta di selezionare uno o più singoli con cui interagire.

In una Spa di questo tipo si va ovviamente con l’intento di scopare, e la visione scambista del sesso è decisamente performativa e mette molto al centro la penetrazione.

Per cui, sappi che nell’ambito scambista le dimensioni contano eccome. A meno che, magari quello che ti interessa non sia una dinamica come il Cuckolding.

Alla parte esibizionista di me un po’ è piaciuto sentirsi gli occhi addosso ogni volta che, completamente nuda, uscivo da una delle vasche, all’altro mio lato però non è piaciuto granché sapere che le altre persone mi stavano squadrando sessualizzandomi mentre sezionavano ogni singola parte del mio corpo compresi i miei genitali.

spa naturista scambista

E’ proprio il tipo di ambiente, rispetto ad esempio ad un Play Party Bdsm che ti porta a fare valutazioni del genere.

Frequentando un posto del genere, in automatico ti viene spontaneo cominciare a giudicare i corpi mettendo in piedi una sorta di classifica di gradimento basata su conformità, magrezza, livello di depilazione, tonicità e bellezza dei genitali.

E’ proprio il posto che te lo chiede.

Ripeto, capisco la dinamica dello scambismo, e onestamente non voglio criticarla ne giudicarla, ma per me (persona sapiosessuale con una visione non performativa del sesso), partire da una pura scansione fisica è decisamente per nulla intrigante o eccitante.

Non c’è stato un singolo momento durante la mia permanenza alla Spa in cui mi sono sentita fisicamente o mentalmente eccitata, nemmeno quando sostando nella zona Privè ho assistito ad una “piccola” orgia (saranno state circa 6/7 persone insieme su un letto) e ad uno scambio di coppia (presumibilmente) dove i partecipanti si praticavano sesso orale a vicenda.

Non sono stata approcciata, ne toccata da nessun* senza il mio consenso nell’area Privè, ma personalmente trovo la presenza dei singoli sempre un po’ disagiante in questi ambienti.

Mentre osservavo le persone fare sesso, attorno alle varie situazioni giravano singoli eccitati che si segavano al ritmo di un mantra silenzioso del tipo “scegli me, scegli me, scegli me”.

Nel mio immaginario ho percepito i singoli come calciatori in panchina che si tenevano “caldi” (mantenevano l’erezione) sperando di essere coinvolti in qualche situazione.

Un po’ degli sciacalli intorno a delle carcasse.

Lo so, l’immagine è un po’ forte, ma questa rimane la mia personale percezione della cosa.

E sono anche dell’idea che proprio questa dinamica e quell’atmosfera specifica siano gli elementi che più amano alcune persone diverse da me, e che stimolano la loro eccitazione attingendo ad un immaginario di fantasie erotiche basate su “sesso con sconosciut* e dinamiche di possesso/gelosia all’interno della coppia.

Se posso dire una cosa positiva che mi ha colpita rispetto a Club Privè che mi è capitato di frequentare parecchi anni fa, è assolutamente il grado di pulizia della struttura e il buonissimo profumo che c’era in ogni ambiente, compresa l’area adibita al sesso e allo scambio di coppia.

Non definirei la Maison de l’Amour come un ambiente squallido, anzi al contrario molto curato ed elegante.

Anche il kit in dotazione con i teli e le ciabattine è di ottimo livello, e se decidi di andare non avrai bisogno di portarti nulla da casa perché troverai tutto lì.

Io credo semplicemente che al mondo ci siano persone da Spa scambista, altre da Kinky Party Bdsm e altre ancora che non amerebbero nessuna delle due cose.

La sessualità è fatta di sfumature e per fortuna ognuno ha gusti estremamente diversi.

Quindi: Spa di Gessate promossa, ma non ci tornerei perché non la trovo (per me) una dimensione eroticamente eccitante. Quindi se devo cercare una trasgressione diversa dal solito, sceglierei assolutamente altro.

Sono uscita dalla Spa rilassata e probabilmente ad un orario in cui mi sono persa le meglio acrobazie nell’area Privè, ma va bene così. Il mio giudizio sul posto non cambierebbe comunque, perché penso di aver visto ciò che mi serviva per fare una valutazione completa.

Uscita fuori mi sono ritrovata di nuovo davanti a diversi singoli che, con l’auto con le quattro frecce, cercavano di capire parlando con le persone che uscivano dalla struttura se valesse la pena pagare o meno per entrare in quella serata specifica.

Il sottotesto dei singoli in panchina fuori dalla Maison in sintesi era: “ma dentro c’è gente che scopa o no? E figa ce ne è?”.

Nulla di così tanto diverso da quello che succede fuori da qualsiasi discoteca.

E tu… entri o non entri? Ti bagni o no?

ULTIMI Post

Sei la mia droga - storie di dipendenza affettiva
“Stai con chi ha voglia di stare con te anche quando tu gli fai passare la voglia.” Scriveva Gio Evan....
Consenso for dummies: cos'è davvero?
Mi piacerebbe tanto poterti dare molto in breve una definizione carina, sintetica e acchiappa like di...
Dress code - Come ci si veste ad un Play Party Kinky BDSM?
Se c’è una domanda che mi viene fatta spesso é: Si Tei, ma come ci si veste? Qual è il dress code perfetto...
LELO - Saldi di San Valentino 2024
Personalmente non ho bisogno di una data per festeggiare l’amore, dato che celebro il sentimento che...