SONO ANCHE SU PATREON

Ogni mese, attraverso PODCAST, RACCONTI EROTICI autobiografici, FOTO di nudo artistico, audio ASMR, ti accompagno in un viaggio nell’erotismo che ti permetterà di riconnetterti alle tue reali fantasie, per riaccendere il desiderio atrofizzato e viziato.

Ti faccio le domande giuste per aiutarti a risolvere le tue frustrazioni sessuali e relazionali, dando voce ai pensieri che non ti autorizzi a fare.

Ma Joie strap-on

Ma Joie: lo strap-on che veste come un abito su misura

Uno dei motti di Ma Joie, un’azienda tutta al femminile, è: “ci facciamo i cazzi nostri!”. Come si fa a non amare questo nuovissimo brand e i loro splendidi strap-on modulari?

Se ti dico la parola strap-on qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Probabilmente è pegging.

Cosa? Non sai cosa significa? 

Il pegging è quella pratica in cui la donna penetra analmente l’uomo grazie all’utilizzo di uno strap-on.

Ma ecco, se la prima e unica cosa che ti viene in mente è questa, forse hai una visione del sesso un po’ troppo eteronormata.

Etero… che Tei?

L’eteronormatività o eteronorma è la credenza che l’eterosessualità sia l’unico orientamento sessuale valido o norma unica per la sessualità, e che le relazioni sessuali e/o coniugali siano appropriate solo tra persone di genere opposto.

Spoiler: non è così e, soprattutto, sappi che là fuori c’è un meraviglioso e sconfinato mondo ricco di sfumature coloratissime. 

Dai colori accesi o anche pastello, come quelli che Ma Joie ha scelto per i suoi eleganti packaging.

Ma Joie strap-on

Ma, facciamo un passo indietro: chi c’è dietro a Ma Joie e qual è la loro mission?

Ma Joie è un brand da poco apparso sul mercato fondato da Ilaria e Letizia, due donne che si identificano come lesbiche.

Ho conosciuto virtualmente Ilaria e Letizia un paio di mesi fa, quando con una mail inaspettata, ma molto gradita, mi hanno raccontato di essere un nuovo marchio di benessere sessuale la cui mission è quella di combinare moda e tecnologia per migliorare la connessione tra partner

Le fondatrici di Ma Joie (esattamente come me) si sono interrogate su come i sex toys possano plasmare le relazioni e quanto sia importante avere prodotti che rispecchino i veri bisogni delle persone che li usano e non le fantasie stereotipate dei produttori (quasi sempre uomini). 

Per questo hanno scelto di provare a modificare la percezione limitata che le persone hanno di un toys come lo strap-on, creando un prodotto che si avvicinasse alle esigenze della vita reale, adattandosi ad ogni corpo e desiderio, facendo sentire le persone a proprio agio.

Per ottenere tutto questo hanno lavorato duramente, per più di due anni, con stilisti e designer per creare il primissimo strap-on modulare.

Ma Joie può vantare un’innovativa tecnologia brevettata per indossare facilmente lo strap-on e sex toys certificati di altissima qualità.

Quotidianamente ricevo decine di proposte di collaborazione da vari brand che producono sex toys, quindi mi ritrovo necessariamente a dover selezionare le aziende con cui lavorare, scegliendo quelle che sono più in linea con i valori sex positive che divulgo.

Quello che mi ha colpita della mail che ho ricevuto da Ilaria e Letizia è stata proprio una parola specifica: connessione.

Ma Joie strap-on

La connessione che Ma Joie promette, non passa solo attraverso il piacere che la persona che indossa lo strap-on dona all’altra, ma al piacere condiviso all’interno dell’esperienza.

Lo strap-on di Ma Joie non è il primo toy di questo tipo che possiedo, eppure il loro è molto diverso da ciò che ho testato fino ad oggi.

La sensazione che si prova nell’usarlo è che sia qualcosa di totalmente naturale, è come indossare un abito su misura che ti fa sentire a tuo agio rispecchiando ciò che sei.

Indossare un abito su misura è quel qualcosa che ti fa essere confident anche in situazioni nuove, che ti consente di abbassare l’aspro giudizio che troppo spesso riservi per te, permettendoti di mostrarti nella tua autenticità.

E tu, non lo vorresti un “abito su misura” da indossare durante i tuoi momenti intimi?

Ma Joie strap-on

Come è fatto lo strap-on di Ma Joie

Personalmente penso che una delle cose belle dello strap-on modulare di Ma Joie sia il fatto che ti da la possibilità di ricevere una stimolazione clitoridea mentre lo utilizzi sul/sulla partner.

Per costruire il tuo strap-on modulare non devi fare altro che andare sul sito di Ma Joie e scegliere i componenti che andranno a formare il tuo sex toys: l’imbracatura/harness (che in questo caso è uno slip a brasiliana), lo stimolatore clitorideo da mettere al suo interno e, ovviamente, il dildo.

La lingerie/imbracatura appare come una semplice brasiliana nera con il retro in pizzo, ma in realtà ha una banda rinforzata sul davanti proprio per assicurarti che il dildo mantenga saldamente la sua posizione.

La brasiliana è disponibile dalla XXS alla XXXL, quindi ce n’è veramente per tutte le taglie.

Mentre il dildo si può acquistare in tre dimensioni: S (13 cm), M (15 cm) e L (18 cm).

Io ho scelto per me una taglia S di slip e una S di dildo.

Come ti dicevo, si tratta di uno strap-on modulare e questo significa che ogni pezzo è venduto singolarmente (in bellissime ed eleganti confezioni). Se ad esempio non ti interessa lo stimolatore clitorideo, puoi benissimo acquistare solo la brasiliana e il dildo e, ovviamente, puoi prenderne più di uno in diverse taglie e acquistare più pezzi di lingerie, così da averne sempre un paio di ricambio.

Come si usa lo strap-on Ma Joie

Rispetto all’usabilità del toys, una delle cose che ho apprezzato di più di questo strap-on, è proprio la facilità con cui, in un solo gesto, il dildo si fissa alla brasiliana grazie ad un magnete.

Basta una solo mano e in un click sarai pront* per entrare in azione.

Proprio grazie a questo aggancio brevettato, ti assicuro che lo strap-on di Ma Joie rimarrà al suo posto anche durante i tuoi incontri più wild!

Fidati, ho fatto dei test molto accurati e non mi sono per niente divertita nel farli… (mentre scrivo questa frase, immagina di vedere apparire sulla mia faccia un’espressione decisamente maliziosa.)

Una volta indossato puoi usare lo strap-on di Ma Joie sia per la penetrazione vaginale che anale, sempre con una buona dose di lubrificante a basa acquosa.

Ma Joie strap-on

Stereotipi attorno all’uso dello strap-on

Per colpa della pornografia mainstream, le persone associano lo strap-on solamente ad una dinamica di dominazione, oppure, in ogni caso, ad un immaginario BDSM che però non fa per tutt*.

Lo strap-on, a mio avviso, è uno strumento e, in quanto tale, assume il senso che noi gli vogliamo dare nella nostra dinamica e può anche far parte di una sessualità cosiddetta “vanilla”.

Un’altra cosa che si tende a pensare è che lo strap-on sia solamente penetrazione, mentre il punto è proprio il concetto di connessione di cui ti ho parlato poco sopra e il fatto meraviglioso di ritrovarti con le mani libere per poter stimolare e accarezzare altre zone erogene del/della partner.

Inoltre, non sai quante volte quando ho raccontato sui miei social che mi piace indossare lo strap-on e mi è stato risposto che probabilmente è perché vorrei avere un pene o essere uomo.

Cosa??! Che pensiero limitato…

Utilizzare un sex toys piuttosto che un altro, non ha assolutamente a che fare con l’identità di genere e con l’orientamento sessuale.

L’ho già scritto molte volte, in particolare parlando della stimolazione anale e prostatica maschile, ma lo ribadisco: non è la stimolazione a fare l’orientamento.

Le preferenze rispetto a dove ci piace essere toccat* e in che modo, non sono legate all’orientamento sessuale.

Anche nel mondo lesbico purtroppo ci sono ancora tantissimi pregiudizi sull’uso dello strap-on, sempre per il motivo per cui, se ti piace usarlo, allora non sei una “vera lesbica”.

Come se alle persone lesbiche, non si sa perché, non possa piacere la sensazione di pienezza che regala la penetrazione.

Il fatto che ti piaccia la penetrazione, non fa di te né una persona lesbica, né gay o etero.

La penetrazione, come altre pratiche sessuali, piace o non piace, tutto qui.

Vuoi sapere qual è il segreto più importante per goderti al meglio la tua sessualità?

Riconnetterti con il tuo reale sentire, abbattendo stereotipi di genere, pregiudizi e inutili tabù.

Quindi, segui i tuoi veri desideri, ricerca la Tua Gioia.


Cosa, cosa…? Vuoi sapere dove puoi acquistare questa meraviglia?

La trovi ovviamente sul sito di Ma Joie!

Psss ho un codice tutto per te: usa OHMYTEI10 e ottieni subito il 10% di sconto.

ULTIMI Post

Il benessere sessuale in Italia, tra desiderio e realtà - la ricerca di LELO
Martedì 4 giugno sono stata invitata alla presentazione dei risultati della ricerca condotta da LELO...
Ma Joie: lo strap-on che veste come un abito su misura
Uno dei motti di Ma Joie, un’azienda tutta al femminile, è: “ci facciamo i cazzi nostri!”. Come si fa...
No Taboo Corpi in libertà - un evento che profuma di e(ri)voluzione
Cosa è successo davvero al Festival No Taboo? Ti rispondo parafrasando un celebre brano dei Beatles:...
Onan, la mia storia tra le dita: intervista ad una persona autosessuale
“Mi piaccio e provo attrazione per me stesso”. Onan (nome di fantasia) è un uomo adulto e si definisce...